micosi cavo orale

Micosi del cavo orale

Le micosi del cavo orale sono provocate dai miceti, quando da saprofiti si trasformano in parassiti ad una acidificazione dell’ambiente o a una debilitazione organica grave. Le micosi più frequenti sono il mughetto e la boccarola.

Cos’è il mughetto?

Il mughetto, o candidosi è la più diffusa della infezioni miotiche localizzate nella mucosa orale; provocato da un micete eucariote: la Candida albicans. La patogenicità di questo micete si scatena per la comparsa di fattori favorenti come abbassamento del pH, umidità, acidificazione (nei lattanti), intensa terapia antibiotica, terapia con cortisone e presenza nel cavo orale di protesi e di apparecchi ortodontici.

Il mughetto ,come micosi cavo orale, solitamente si presenta in due forme: forma acuta e forma cronica.

  • La forma acuta può colpire soggetti di qualsiasi età. In questa forma la mucosa orale e la lingua, inizialmente, presentano un eritema diffuso accompagnato da disidratazione, bruciore e fastidio. In seguito, a livello della lingua, si forma una patina non omogenea, costituita da chiazze tonde che confluiscono in bianche placche pseudomembranose; tali placche possono essere facilmente allontanate mediante raschiamento.

La terapia può essere locale, nel caso in cui si usi violetto di genziana per creare un habitat sfavorevole alla proliferazione di questi funghi; generale, se per evitare sovra infezioni si avvale di antibiotici.

  • La forma cronica può essere atrofica, ed è nota come “ulcera da protesi”, oppure iperplastica, che insorge al limite tra cute e mucosa, e ha aspettai cheratosici.

Cos’è la boccarola?

La boccarola è una piccola lesione cutanea, infiammatoria, localizzata alle commessure delle labbra, associata alle micosi cavo orale. Bisogna però distinguere:

  • Boccarola da candida, associata al mughetto;
  • Stomatite angolare da avitaminosi B₂, che si associa alla stomatite e alla glossite;
  • Boccarola dei soggetti anziani portatori di protesi inadatte, che provocano flaccidità della cute a livello delle commessure labiali e la conseguente formazione di una piega cutanea che, inumidita, favorisce lo sviluppo dello streptococco e della candida.

La boccarola è legata alla presenza di streptococchi, stafilococchi o candida. Si presenta con un rossore infiammatorio limitato alle due commessure labiali, con macerazioni dell’epidermide e con croste; sulla zona infiammata si notano piccole fessure, che sono ricoperte da un essudato biancastro. La boccarola pur essendo una piccola dermatosi è contagiosa e, se non curata, può durare a lungo.

La terapia prevede l’assunzione di antisettici che garantiscono la guarigione della lesione; sono anche utili le toccature al nitrato di argento.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *