Archivi tag: smalto

demi moore senza incisivi

Denti rovinati

Denti rovinati: cause e prevenzione

Le cause dei denti rovinati sono molteplici. Succede anche alle attrici più belle e più brave di Hollywoòd di ritrovarsi sdentate, come a Demi Moore: un suo selfie, diventato ormai virale, l’immortala senza i due incisivi persi, come dice lei, per colpa dello stress. Ma davvero un periodo molto faticoso può provocare la caduta dei denti? Continua la lettura di Denti rovinati

L’erosione dei denti cause e conseguenze

L’erosione dentale non
è da confondere con la caduta dei denti, può essere una concausa quando
trascurata per molto tempo perché si può generare la progressiva seccazione
interna dell’attacco dei batteri nocivi che riescono a superare lo smalto e
assorbire lentamente il tessuto vivo e incidendo di conseguenza sulla sua
stabilità.

L’erosione dentale
può
essere causata da diversi fenomeni, in particolare: usura, eccessivo
sfregamento attacco della placca da parte degli acidi che possono esse
stimolati da problemi intestinali e gastroesofageo oppure da cibi che aumentano
il ph della nostra bocca incidendo sulla stabilità e la durezza dello strato
duro.
L’erosione dentale è
un processo lungo che può essere evitato e curato con ottimi risultati
terapeutici quando presa in tempo. La caduta
dei denti
si può considerare una conseguenza finale di una serie di
fattori, compreso l’invecchiamento delle strutture portanti. Anche la caduta
dei denti ha dei segnali di inizio da non sottovalutare come il leggero
dondolare dei denti e la percezione di buchi o leggere fessure di attaccatura
tra la polpa e il dente.

L’erosione dentale può
iniziare con un carie ad esempio, ovvero la macchiolina nera che segnala lo
scavamento progressivo della parte dura che non avviene da un giorno all’altro
in quanto dipende dal grado di mineralizzazione della superficie. Quando i fattori
di erosione risultano superiori alla capacità
del dente di rigenerarsi
si rischio di entrare in un processo di
distruzione irreversibile. Gli effetti di un
erosione dentale
in stato avanzato sono visibili all’occhio e anche
percepibili, il dente eroso mostra il progressivo scioglimento o scavamento, la
sensibilità al caldo e al freddo delle
gengive
è più alta per via della mancata protezione delle parti molle e
sensibili, è possibile sentire il dolore quando durante la masticazione. Per
intervenire sull’erosione dentale il
dentista collabora con l’igienista dentale
, insieme alla ricostruzione e
rimineralizzazione delle parti dentali colpite si lavora sulla pulizia e sulle
abitudini alimentari e igieniche del paziente. 

La molecola che protegge i denti: Keep32

Mantenere dei denti sani e
belli è il desiderio e l’intento di tutti.
Quelli che sono i risultati
dipendono poi da vari fattori, ma tutti hanno in comune un aspetto fondamentale
della salute e dell’igiene mentale: proteggere i denti.

Di recente alcuni studi anno
scoperto una molecola particolare che è in grado di combattere i batteri che
attaccano i denti, tra cui il dannoso Streptococco
Mutans
, cioè il principale portatore di carie, che metabolizza lo zucchero
in acido lattico che poi corrode i denti.
La nuova sostanza si chiama Keep32, e secondo i risultati delle
varie ricerche in futuro potrebbe essere parte integrante e fondamentale dei
prodotti utilizzati per la cura dei denti: dentifrici, colluttori e gomme da
masticare.
Riuscire in un futuro non
molto lontano a ridurre o tenere sotto controllo il fastidioso problema della
carie potrebbe essere un grande passo avanti della scienza, permettendo una
vita ed una salute più sana sia ai bambini che agli adulti.
Il tutto sempre associato ad
una buona e corretta igiene orale, che non deve mai essere messa da parte.

denti gialli? cause e rimedi naturali

I denti gialli
spesso sono causa di disagio ed imbarazzo nelle relazioni interpersonali in
quanto, oltre a rendere poco armonico il sorriso, incidono negativamente
sull’immagine della persona, andando a trasmettere un’immagine di sporco e
cattiva igiene orale, sintomo di assenza di cura di sé.
L’ingiallimento dei
denti
, però, ha differenti cause:
anche una persona devota all’igiene orale potrà notare delle macchie gialle sui denti, causate dai
pigmenti di alcuni alimenti o bibite, che vanno a fissarsi nello strato
superficiale dello smalto o
penetrare sino alla dentina – senza
citare il fumo di sigaretta: ormai il collegamento tra un fumatore e i denti
gialli è noto a tutti.
L’ingiallimento, però, può anche esser causato dai depositi
di tartaro e placca, o dai processi che generano la carie che – allo stadio iniziale – si presentano come delle piccole
macchie gialle sul dente danneggiato.
Altro fattore che va ad incidere sulla colorazione dei denti è – ovviamente
quanto inevitabilmente – l’età: più avanti con l’età si è, più il colore
tenderà all’ingiallimento.
Non tutto però è perduto. Come evitare i denti gialli?
 Si può mantenere un
colorito ‘sano’ della propria dentatura riducendo l’assunzione di caffè,
liquirizia, caramelle gommose e tabacco e – quando non si sa far a meno di un
buon caffè, o di una gommosa – correre subito a lavarsi i denti dopo
l’assunzione.
I denti ingialliti
possono essere, comunque, curati utilizzando – oltre al nostro beneamato quanto
caro dentista – con dei rimedi naturali come ad esempio l’acido malico, presente
in frutta come polpa di fragole o mele, e la salvia.