Archivio mensile:ottobre 2015

Apparecchi e strumenti per la costruzione di apparecchi ortodontici

In base a cosa si possono suddividere gli apparecchi ortodontici?

Gli apparecchi ortodontici si dividono in mobili, fissi intraorali ed extraorali. I procedimenti esecutivi per la loro realizzazione richiedono l’impiego di pinze, saldatrici– appuntatrici, idromuffole o pentole a pressione e altri strumenti di uso comune. Continua la lettura di Apparecchi e strumenti per la costruzione di apparecchi ortodontici

Apparecchi e strumenti per la lavorazione della porcellana dentale

Che tipo di apparecchi occorre utilizzare per la delicata lavorazione delle porcellane dentali?

Per la lavorazione delle porcellane dentali sono disponibili diversi tipi di apparecchi tra i quali: Continua la lettura di Apparecchi e strumenti per la lavorazione della porcellana dentale

Apparecchi per la polimerizzazione delle resine

Per la polimerizzazione delle resine si utilizzano varie apparecchiature genericamente denominate polimerizzatrici.

Quali sono le macchine più importanti utilizzati nei laboratori odontotecnici?

Di seguito sono elencati le più comuni polimerizzatrici: Continua la lettura di Apparecchi per la polimerizzazione delle resine

Apparecchi e strumenti per la costruzione della protesi scheletrica

Il procedimento esecutivo per realizzare una protesi scheletrata richiede l’impiego di numerosi apparecchi.

Quali sono gli apparecchi più comuni utilizzati in campo odontoiatra?

I principali apparecchi utilizzati sono: Continua la lettura di Apparecchi e strumenti per la costruzione della protesi scheletrica

Apparecchi e strumenti per la saldatura

Cosa si intende per saldatura?

Per saldatura si intende quella operazione finalizzata a unire tra loro due parti metalliche con l’ausilio del calore, in campo dentale viene usata per unire parti di protesi o parti di apparecchi ortodontici. La saldatura può avvenire senza apporto di metallo, in questo caso prende il nome di autogena, oppure con apporto di metallo, detta brasatura. Le principali apparecchiature impiegate sono: Continua la lettura di Apparecchi e strumenti per la saldatura

Apparecchi e strumenti per la fusione e la colata delle leghe

Le apparecchiature descritte di seguito permettono la lavorazione, la fusione e la colata delle leghe per la realizzazione di elementi protesici.

Le maggiori utilizzate si possono distinguere in: Continua la lettura di Apparecchi e strumenti per la fusione e la colata delle leghe

Apparecchi e strumenti per la realizzazione dei monconi sfilabili

Quali sono gli apparecchi che servono per eseguire i fori destinati ad alloggiare i perni metallici e le segatrici da gesso per la preparazione dei monconi rimovibili?

Gli apparecchi utilizzati per questi scopi sono due: Continua la lettura di Apparecchi e strumenti per la realizzazione dei monconi sfilabili

Articolatori

Sono strumenti che riproducono e simulano la dinamica dei movimenti mandibolari, in relazione alla situazione anatomica del paziente. In esso vengono montati i modelli riproducenti le arcate dento-alveolari dei pazienti in modo tale che l’odontotecnico possa procedere alla modellazione della protesi in funzione delle caratteristiche anatomiche individuali. Continua la lettura di Articolatori

Apparecchi e strumenti di impiego ai diversi tipi di protesiche

Quali sono le caratteristiche e le modalità d’uso dei principali apparecchi e strumenti utilizzati abitualmente nei laboratori odontoiatri?

Ogni odontoiatra ha bisogno di diversi tipi di apparecchiature che possiamo suddividere in base alla loro funzione: Continua la lettura di Apparecchi e strumenti di impiego ai diversi tipi di protesiche

Materie prime necessarie per la fabbricazione delle porcellane dentali

Quali sono le materie prime che occorre utilizzare per la fabbricazione della porcellana?

Le materie prime utilizzate per qualsiasi qualità di porcellana sono:

  • feldspati: sono i contenuti predominanti della maggior parte delle rocce eruttive e metamorfiche. Chimicamente sono formati da alluminio, silicati di metalli alcalini e alcalinoterrosi (come potassio, sodio, calcio, bario)

  • quarzo: è principalmente formato da biossido di silicio cristallizzato. Raffreddandosi non troppo lentamente la silice fusa non diventa cristallina ma si trasforma in una massa vetrosa che viene chiamata vetro di quarzo. Il quarzo essendo il componente principale della porcellana fa da sostegno agli altri componenti che fondono in modo tale da creare una forte coesione specifica.

  • Caolino: il nome deriva da una località della Cina, nella quale vennero prelevati i primi campioni di questo materiale. Il caolino deriva dall’alterazione dei feldspati contenuti nelle rocce vulcaniche. Esso è costituito fondamentalmente da: caolinite, frammenti di altri materiali e impurità varie, come granuli di quarzo e ossidi di ferro che conferiscono un colore giallo. Nello smalto delle porcellane il caolino è presente in quantità minore perchè conferisce un colore opaco, ma la sua lega con gli altri componenti della massa ceramica ne favorisce la modellazione.

Continua la lettura di Materie prime necessarie per la fabbricazione delle porcellane dentali